Bookmark and Share

Il Maestro e il fungo porcino

La stagione dei funghi un'idea

 
I funghi , o cibo degli Dei come usavano definirli i romani.
Nelle mie cucine il fungo è vissuto come elemento di perfezione e di sintesi. Il fungo nasce solo se si trova in armonioso equilibrio con i fondamentali della vita: acqua, sole, terra e aria. Quando e se ne comprendiamo il senso poetico e magico riusciremo a tradurlo a tavola.
Tante son le specie e si consiglia di usare i meno belli.
 Ricetta per 4 persone:

Ingredienti
Quant.
Funghi porcini
200 gr.
Acini di uva Italia
80 gr.
Spicchio di aglio
1
Prezzemolo
1 ciuffo
Vino bianco secco
½ bicchiere
Cappasanta
12
Olio extra vergine d’oliva
del Garda
3 cucchiai
Rosmarino
3 rametti
Sale marino iodato fine
3 pizzichi

 Procedimento:
1)      Mondare i porcini e tagliarli sottilmente
2)      Fare scaldare due cucchiai di olio extra vergine e lo spicchio d’aglio;
3)      Aggiungere i funghi porcini e dopo qualche secondo gli acini dell’uva Italia;
4)      Fare rosolare per qualche minuto e sfumare col vino bianco, farlo evaporare , aggiustare di sale e spegnere.
5)      Lavare le cappasante e privarle del guscio e del corallo;
6)      In padella antiaderente calda adagiarvi i tre rametti di rosmarino e qualche istante dopo le cappesante;
7)      Eliminare il rosmarino dopo qualche minuto e far arrostire senza grassi su entrambi i lati le cappesante;
8)      Aggiustare con il sale.
9)      Disporre i porcini rinvenuti come un letto nel piatto e mettervi al centro tre cappesante, irrorare con il cucchiaio di olio e polvere di prezzemolo asciutto.
Buon Divertimento
Il Maestro Vincenzo Butticè

Approfondimenti

Le nostre ricette
Curiosità
Responsabilità sociale
Un pò di Sicilia